Log in

Ops! Per usare il Centro di Lettura devi prima effettuare il log in!

Password dimenticata?

Non hai un account? Registrati

Registrazione

Sei un essere umano?

Hai già un account? Log in

Cerca nel sito…

Reset

I vaccini creati per prevenire le conseguenze più gravi del covid-19 hanno suscitato un forte dibattito. Si è creata una vera e propria polarizzazione che ha sfavorito il pensiero critico e il confronto. L’obbligo vaccinale è un tema controverso, che riguarda la sfera medica, politica ed etica.

Vi possono infatti essere argomentazioni di tipo etico, scientifico o giuridico a sostegno o contro  l’obbligo vaccinale. È quindi fondamentale che il confronto resti aperto. Per conoscere il punto di vista dell’etica sull’obbligo vaccinale, abbiamo intervistato Alberto Giubilini, senior researcher presso The Oxford Uehiro centre for practical ethics.

[Guarda l’intervista video su YouTube]

Giubilini si occupa di etica delle vaccinazioni ed è attualmente impegnato in un progetto che approfondisce la responsabilità collettiva per le malattie infettive. La sua bibliografia è ricca di studi che si occupano delle motivazioni etiche a sostegno delle vaccinazioni. Tuttavia, alcuni dei punti evidenziati dalla riflessione etica sono passibili di obiezioni nel caso del covid–19.

Per esempio, alla luce delle più recenti evidenze scientifiche sui vaccini e dell’andamento della campagna vaccinale, è difficile far leva sullo sforzo richiesto all’intera comunità per raggiungere l’immunità di gregge o per bloccare la trasmissione della malattia.

E quindi su quali motivazioni può far leva lo stato per introdurre un siffatto obbligo? È giusto estenderlo all’intera popolazione in nome dell’equità oppure no? E soprattutto, quali strategie bisognerebbe adottare per incentivare la popolazione a sottoporsi al vaccino?

Nell’intervista, Giubilini prende in considerazione i precedenti quesiti e sottolinea il ruolo che possono avere i medici nel rendere più salde le argomentazioni sia scientifiche che etiche. Secondo il ricercatore, i medici sono chiamati a una raccolta seria delle evidenze scientifiche, che poi devono essere riferite in modo trasparente a pazienti, comunità scientifica, bioeticisti e politici.

Giulia Annovi, Il Pensiero Scientifico Editore


Altri post in questo Focus…

È giusto ed etico l’obbligo vaccinale?

Condividi

Condividi questo articolo:

Ultimi articoli

È giusto ed etico l’obbligo vaccinale?

A confronto il punto di vista del giurista e quello del bioeticista.

Expressions of concern

A cura di Luca De Fiore
Si ricorre a questa termine per sensibilizzare o in qualche modo avvertire il lettore...

Non chiamiamolo burnout

Il presidente dell’OMCeO di Torino Guido Giustetto richiama l'attenzione sulle lesioni morali che colpiscono medici e infermieri.

I commenti sono chiusi.